Progetto di zonazione delle valli di Cembra e dell’Adige. Analisi del comportamento della varietà Pinot nero in ambiente subalpino

[English version below]

Nel 1990 la Cantina LA VIS ha intrapreso un progetto di zonazione dei terreni vitati allo scopo di acquisire le conoscenze scientifiche atte a consentire il miglioramento delle qualità dei prodotti. Tale progetto si è articolato su di una superficie di 2000 ettari ubicati lungo l’asta fluviale del fiume Adige da Trento a Salorno e del torrente Avisio da Lavis a Segonzano. Data la vastità dell ‘area indagata si è suddivisa la stessa nelle zone di Cembra, Lavis, Meano e Salorno.
Nell ‘ambito di tale progetto è stata posta particolare attenzione al comportamento della varietà Pinot nero, sia sotto gli aspetti vegeto-produttivi che su risultati ottenuti a seguito di prove di microvinificazione.
I parametri vegeto-produttivi presi in considerazione (valori medi quadriennali 1992-1995) hanno evidenziato come nelle quattro zone oggetto d’indagine la produzione non ha manifestato differenze statisticamente significative nei vari ambienti, anche se alcuni dei parametri influenzanti la resa presentano delle differenze fra loro, come ad esempio il peso medio del grappolo che a Cembra présenta i valori più bassi. Analizzando i parametri qualitativi, si evidenzia come a Cembra, conseguenza di una maggiore quota altimetrica, si ha un basso grado zuccherino, una più alta acidità totale e un minor pH. L’analisi organolettica dei vini ottenuti e la successiva elaborazione statistica ha evidenziato come nelle due annate d’indagine (1992-1993) nella zona di Cembra, si sono ottenuti vini con note di tipicità e gusto superiore alla média e si è potuto evidenziare come nell ‘unità pedologica CE2 di tale zona si sono avute sensazioni gustative ed aromatiche superiori alla media.

In 1990 Cantina LA VIS undertook a zonation project of the vine terrains for the purpose of acquiring scientific knowledge to improve product quality. This project was centered on an area of 2000 hectares along the banks of the Adige river from Trento to Salorno and the Avisio stream from Lavis to Segonzano. Due to its vast size the area under examination was divided into four zones: Cembra, Lavis, Meano and Salorno.
The project examined in particular the Pinot Nero variety, the vegetal-fertile aspects as well as the results of microvinification tests.
The vegetal-fertile parameters taken into consideration (averages values from 1992-1995) show that in the four areas production did not differ significantly under the various environments, even if some parameters affecting the yield do differ, as for example in Cembra the mean weight of the grape bunch was lower. By analyzing the qualitative parameters it was found that in Cembra, with a higher altitude, there was a lover sugar level, higher total acidity and a lower ph. Analysis of the organoleptic characteristics of the wines obtained and the successive statistical elaboration has shown that the two harvests in Cembra produced wines with a more superior flavor and typicality and pedologie unit CE2 of this area a higher than average flavor and aroma were evident.

Authors: M. FALCETTl (1), C. DE BIASl (2), C. ALDRIGHETTI (3), E.A.C. COSTANTINI (4), S. PINZAUTI (5), F. BEZZl (3)

(1) Contadi Gastaldi – Adro (Brescia)
(2) Cantina Sociale Colognola ai Colli – Colognola ai Colli (Verona)
(3) Cantina LA VIS – Lavis (Trento)
(4) lstituto Sperimentale per lo Studio e la Difesa del Suolo – Firenze
(5) Pedologo, libero professionista – Bagno a Ripoli (Firenze)

Related Posts

Share via
Copy link
Powered by Social Snap