Studio preliminare sulla microzonazione Bioclimatica condotto in un’area viticola collinare

[English version below]

La caratterizzazione bioclimatica del territorio rappresenta un elemento sempre più impor­tante per il miglioramento dell’ attività agricola. La conoscenza degli andamenti assunti dai parametri meteorologici puà consentire di individuare le peculiarità dei singoli appezzamenti aziendali, ottimizzando le scelte sia in termini tattici (esecuzione dei più opportuni interventi colturali) che strategici (scelta delle specie o varietà più idonee a valorizzare ciascun am­biente). La temperatura dell ‘aria è uno dei fattori climatici che maggiormente influenza lo sviluppo e la crescita della vite e rappresenta l’elemento centrale per molti studi di zonazione bioclimatica condotti su macro e mesoscala. Considerando che nelle nostre zone la viticoltu­ra di qualità è presente soprattutto in ambienti collinari dove la variabilità termica è accen­tuata, lo studio delle relazioni esistenti fra regime termico, caratteristiche del territorio e comportamenti vegeto-produttivi della vite assume un ‘importanza rilevante soprattutto quando condotto a scala inferiore. Nel presente studio all’interno dell’azienda “Fattoria di Poggio Casciano” (circa 100 ha di superficie con altitudine compresa tra 120 e 270 m s.l.m.), sita nella zona viticola del Chianti in Provincia di Firenze, sono state collocate 24 stazioni termometriche in posizioni rappresentative delle principali caratteristiche topografiche. Sul­la varietà Sangiovese sono stati inoltre rilevati i più importanti parametri fenologici e pro­duttivi. I dati raccolti hanno permesso di analizzare le principali caratteristiche climatiche del territorio considerato, l’influenza che i singoli parametri topografici esercitano sull’an­damento termico e le relazioni clima – pianta.

The bioclimatic classification of territory represents one of the most important point in the improving of agricultural activity. The knowledge of climatic trends can allow to assess the main characteristics of the considered area, thus improving decision making both for strategy (choices of crop, cultivar, level of input required) and tactical aims (day-to-day decision taken during the growing season). Air temperature is one of the most important climatic elements, affecting growth and development of crop and representing the basis of many bioclimatic classifications at meso and macro-scale. However in our regions high quality viticulture is performed in hilly areas, where strong temperature variability can be found. Thus, the analysis of the relationships among temperature patterns, territory characteristics and grapevine cultivation seems to be very important particularly at micro-scale. On these bases, 24 temperature stations were located according to the main topographical characteristics of the “Fattoria Poggio Casciano” farm (about 100 ha with an elevation ranged from 120 to 270 meters above sea level), located in Chianti area close to Florence – Italy. On Sangiovese variety, the main phrenological and productive parameters were monitored during the growing season. Finally, collected data were analyzed to assess the climatic characteristics of the area, the influence of the single topographical parameters on temperature trends, the relationships between climate and crop.

Authors: SIMONE ORLANDINI*, MARCO MANCINI**

*CNR-IATA. Piazzale delle Cascine 18. 50144 Firenze, ltalia
**CeSIA – Accademia dei Georgofili. Logge Uffizi Corti. 50122 Firenze, ltalia

Related Posts

Share via
Copy link
Powered by Social Snap