Zonazione del comprensorio soave sulla base delle caratteristiche climatiche, pedologiche e viticole

[English version below]

A tre anni dal suo inizio, nel 1997 si è conclusa la prima fase della ricerca “Caratterizzazione della produzione DOC Soave”. Lo studio ha basato il suo percorso sperimentale su alcuni punti fondamentali tra i quali:
• Recupero di tutte le informazioni storico-colturali sul vino Soave e sul suo territorio di produzione.
• Sulla base di questo bagaglio conoscitivo, suddivisione dell’area DOC in 14 possibili e potenziali sottozone individuabili per caratteri ambientali (giacitura, altitudine, esposizione, litologia etc.).
• Raccolta nel triennio dei dati di precipitazione e di temperatura. Analisi della tessitura del terreno e valutazione annuale dei bilanci idrici e degli stati di sofferenza del vigneto in seguito a insufficiente disponibilità in acqua.
• Esame della modalità di potatura invernale, del carico produttivo per pianta e per ettaro, vinificazione separata delle 14 sottozone.
• Valutazione sensoriale dei vini.
Sulla base delle informazioni ricavate dalle osservazioni di cui sopra, si è ottenuta una mappa della tipicità e dell’attitudine del comprensorio, fornendo ipotesi di valutazione del vino Soave slegate dal prevalere di alcuni luoghi comuni e legate invece alla effettiva potenzialità produttiva delle diverse zone. Le zone stesse sono risultate raggruppabili in alcuni comprensori più vasti, dei quali si forniscono le prime informazioni che nel proseguo dello studio verranno ulteriormente verificate prima di una loro definitiva codificazione.

Three years after its beginning, the first stage of the study “Characterization of the Soave DOC production”, ended in 1997.
The experimental course of the research was based on some fundamental aspects, including:
• Acquisition of all the historical and cultural information concerning Soave and the territory in which the wine is produced.
• According to this knowledge, the division of the DOC zone into 14 possible and potential subzones those are identifiable through their environmental features (position, altitude, exposure, lithology, etc.)
• Acquisition in the three-year period of data concerning rainfall and temperature. Analysis of the soil texture and yearly assessment of the water budget and stages of vineyard suffering due to the lack of water.
• Examination of the pruning system, productive load per plant and per hectare and separate vinification of the 14 zones.
• Sensory assessment of wines.
The information obtained from the aforementioned observations were used to produce a map of the typical features and aptitude of the district. This provided hypotheses for the examination of Soave free from some prevailing commonplaces and more related to the actual production potential of the different areas. The zones could also be grouped into wider districts, of which first information has been provided, and that the continuation of research will further assess before they are coded definitively.

Authors: A. CAL0 (1), D. TOMASl (1), S. BISCAR0 (1), A. COSTACURTA (1), F. GIORGESS1 (1), G. VERZÈ (2), E. TOSI (3), R. Dl STEFAN0 (4)

(1) lstituto Sperimentale per la Viticoltura (Conegliano – TV)
(2) Consorzio Tutela 0.0.C. Soave (Soave-VR)
(3) Provincia di Verona
(4) lstituto Sperimentale per l’Enologia (Asti)

Related Posts

Share via
Copy link
Powered by Social Snap