Valutazione comparativa di cloni di Pinot nero per la produzione di vini base spumante in alcuni ambienti del Piemonte

[English version below]

Un vasto programma si riferisce alla verifica di 28 selezioni clonali di Pinot nero atte a vini base spumante. Gli impianti sono stati realizzati in diversi ambienti delle Langhe e del Monferrato nel periodo 1992-1996, in 57 vigneti diversi e su una superficie complessiva di circa 50 Ha. In ogni vigneto si è seguito uno schema sperimentale a blocchi randomizzati con densità di circa 4000 piante/Ha, sistema di allevamento assurgente in controspalliera e potatura a guyot. Nel presente lavoro si inizia a presentare i risultati relativi ai primi sette vigneti impiantati e ad 8 selezioni clonali di Pinot nero limitatamente ai parametri délia produzione nel triennio 1995-97.
Gli aspetti più significativi derivati dallo studio sono stati i seguenti:
– l’annata, intesa soprattutto come andamento climatico, ha esercitato un effetto molto importante sulla produzione di uva e sul peso del grappolo;
– Tra i vigneti considerati (siti) sono state riscontrate ampie differenze; quanto più un ambiente si è dimostrato favorevole, tanto più importanti sono state le produzioni delle diverse selezioni di Pinot nero e viceversa.
– Nell ‘ambito delle selezioni clonali si sono distiniti tre gruppi di cloni sulla base délia loro produttività: alta (cloni 292, 236, 375 e 459), media (clone 52) ed inferiore alla media (cloni 521 e 386)
– E verificata l’alternanza produttiva del Pinot nero negli anni e la sua elevata reattività ai siti ed alle condizioni climatico-ambientali.

A wide program has been build up in order to verify 28 Pinot noir clonal selections for high quality sparkling wines. 57 experimental vineyards have been planted over the period 1992-96 in diversified environments of Langhe and Monferrato for a total surface of about 50 Ha.
In every vineyard a randomized scheme was adopted with a density of about 4000 plants/ha, with low training system and Guyot pruning. The result related in this paper are about the yield of the first 7 vineyards and of 8 Pinot noir clonal selections, in the period 1995-1997. The most significant results are:
– The year, mainly as climatic conditions, proved an important effect on grape production and bunch weight
– Wide differences have been verified among the experimental vineyards (sites); as more an environment has been demonstrated favorable, so much the productions of the different Pinot noir’s selections have been important and vice versa.
– Three groups of clones have been found out on the base of the productivity: high (clones 292, 236, 375, 459), medium (clone 52) and lower of the average (clones 521 and 386).
– The Pinot noir yield variability over the years and his high reactivity to the climatic and environmental conditions have been verified.

Authors: CORINO L., MALERBA G., SANDRI P.

lstituto Sperimentale perla Viticoltura , C.so Alfieri,177- 14100 Asti

Related Posts

Share via
Copy link
Powered by Social Snap